Cariche Sociali

CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE

In carica fino all’approvazione del bilancio 2017
PRESIDENTE E AMMINISTRATORE DELEGATO Alfonso Toto
CONSIGLIERE Paolo Toto
CONSIGLIERE Valentina Toto
CONSIGLIERE Gianfranco Rapposelli

COLLEGIO SINDACALE

In carica fino all’approvazione del bilancio 2017
PRESIDENTE  Giovanni Smargiassi
SINDACO EFFETTIVO Francesco Cancelli
SINDACO EFFETTIVO Vito Ramundo
SINDACO SUPPLENTE Lucio Raimondi
SINDACO SUPPLENTE Giovanni D’Aquino

Società di Revisione: PWC

Organigramma

Basato sul modello tradizionale di amministrazione ed in linea con gli standard di best practice internazionali, il sistema di governance di TOTO costituisce uno strumento essenziale per garantire una gestione efficiente del Gruppo e al tempo stesso un mezzo di controllo efficace sulle attività aziendali, coerentemente con gli obiettivi di creazione di valore a tutela degli interessi di tutti gli stakeholders.

La TOTO ha inteso dotarsi di un sistema di governance ispirato ai principi di integrità e trasparenza, coerentemente con le previsioni di legge. La Società inoltre è dotata di:

  • Statuto, in cui sono definite le caratteristiche principali della Società, dettandone l’oggetto sociale, nonché le regole di organizzazione e di funzionamento per il corretto perseguimento del medesimo. Nello Statuto sono definiti il modello di amministrazione e controllo adottato, le regole fondamentali per la nomina, la composizione e la divisione dei poteri degli organi sociali, nonché i rapporti fra questi. Integrando le disposizioni di legge, lo Statuto fissa nei dettagli i criteri e le modalità per l’individuazione dei soggetti che al più alto livello concorrono, a vario titolo, alla gestione e al controllo dell’impresa. Descrive inoltre i diritti spettanti agli azionisti e le relative modalità di esercizio e può essere modificato con delibera dell’Assemblea Straordinaria (come previsto dalla normativa vigente).
  • Codice Etico, ossia lo strumento di garanzia ed affidabilità a tutela del patrimonio e della reputazione del Gruppo. Esso si fonda su specifiche responsabilità ed impegni sociali che, in linea con i più elevati standard etici, consentono di perseguire la mission e gli obiettivi del Gruppo operando in modo etico e socialmente responsabile. Onestà, correttezza, integrità, trasparenza, imparzialità, riservatezza, rispetto e salvaguardia dell’ambiente, tutela della salute e sicurezza dei lavoratori: sono questi i valori fondamentali individuati dal Codice Etico, intorno a cui il Gruppo sviluppa le proprie attività e politiche aziendali. Il Codice Etico rappresenta pertanto un punto di riferimento ed una guida per tutti coloro che collaborano con TOTO, uno strumento che il Gruppo costantemente si impegna a diffondere ai propri stakeholder (dipendenti, partner, fornitori, consulenti..), esigendone la conoscenza ed il rispetto delle regole in esso contenute. Il Codice Etico trova efficacia in tutti i cantieri TOTO in Italia e nel mondo nel rispetto delle differenti realtà culturali, politiche, sociali, economiche e commerciali dei Paesi in cui il Gruppo opera.

Il Sistema di Governance di TOTO è regolamentato e amministrato principalmente da:

  • CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE, investito dei più ampi poteri per l’amministrazione ordinaria e straordinaria della Società, ha facoltà di compiere tutti gli atti che ritenga opportuni per l’attuazione ed il raggiungimento dell’oggetto sociale. Inoltre, ha la funzione di definire gli indirizzi strategici ed organizzativi della Società, verificando l’esistenza dei controlli necessari per monitorare l’andamento della Società e del Gruppo. Il Consiglio svolge prioritariamente le funzioni di controllo e approvazione dei piani strategici, industriali e finanziari, del sistema di governo societario, della struttura del Gruppo.
  • COLLEGIO SINDACALE, ossia l’organo collegiale che vigila sull’osservanza della legge e dello Statuto e sul rispetto dei principi di corretta amministrazione. Svolge il controllo sull’adeguatezza della struttura organizzativa della Società per gli aspetti di competenza e del sistema amministrativo-contabile, nonché sull’affidabilità di quest’ultimo nel rappresentare correttamente i fatti di gestione. Con il supporto del Consiglio di Amministrazione, della Società di Revisione e del Responsabile Internal Audit, sull’eventuale compimento da parte della Società di operazioni atipiche e/o inusuali sia infragruppo, sia con parti correlate o con terzi.

SISTEMA DI CONTROLLO INTERNO E DI GESTIONE DEI RISCHI

Il Sistema di Controllo Interno e di Gestione dei Rischi di TOTO è costituito dall’insieme delle regole, delle procedure e delle strutture organizzative volte a consentire, attraverso un adeguato processo di identificazione, misurazione, gestione e monitoraggio dei principali rischi aziendali, una conduzione dell’impresa sana, corretta e coerente con gli obiettivi prefissati. I soggetti attuatori del Sistema di Controllo Interno e di Gestione dei Rischi sono:

  • Il Consiglio di Amministrazione
  • L’Amministratore Delegato quale amministratore incaricato di sovrintendere alla funzionalità del Sistema di Controllo Interno e di Gestione dei Rischi
  • Il Collegio Sindacale
  • La Società di Revisione Legale dei Conti
  • L’Organismo di Vigilanza
  • Il Responsabile Internal Audit
  • Responsabili delle funzioni affidatarie dei controlli di ‘secondo livello’ (QSA).

Tra i soggetti attuatori, ai fini del costante monitoraggio dell’efficacia del Sistema di Controllo, svolgono un ruolo strategico l’Amministratore Incaricato e il Responsabile Internal Audit.

Amministratore Incaricato del Sistema di Controllo Interno

L’Amministratore incaricato del Sistema di Controllo Interno svolge le funzioni tipiche di verifica dell’adeguatezza e dell’efficienza del sistema e, in caso di anomalie, propone le necessarie soluzioni correttive. In particolare, l’Amministratore incaricato:

  • Cura l’identificazione dei principali rischi aziendali (strategici, operativi, finanziari e di compliance);
  • Dà esecuzione alle linee di indirizzo definite dal Consiglio di Amministrazione, provvedendo alla gestione del sistema di controllo interno in precedenza progettato e realizzato, verificandone costantemente, con il supporto del responsabile della funzione di internal audit, l’adeguatezza complessiva, l’efficacia e l’efficienza;
  • Si occupa, con il supporto del responsabile della funzione di internal audit, dell’adattamento di tale sistema alla dinamica delle condizioni operative e del panorama legislativo e regolamentare.

La funzione di “amministratore incaricato del sistema di controllo interno e di gestione dei rischi” è affidata all’Amministratore Delegato della Società.

Responsabile Internal Audit

In data 19/4/2017 è stata ufficializzata la creazione della Direzione Internal Audit della TOTO Costruzioni Generali SpA, alle dipendenze gerarchiche dell’Amministratore Delegato.

L’istituzione dell’Internal Audit in Azienda ha una valenza strategica e rappresenta un elemento chiave nell’ambito del miglioramento del disegno del Sistema di Controllo Interno e di Corporate Governance della Società.

L’Internal Audit conduce un’attività di controllo sistematica e continuativa secondo principi internazionali, volta a:

  • Mettere a punto metodologie e strumenti di controllo per creare valore;
  • Aiutare la dirigenza di ogni livello per migliorare la qualità delle informazioni e della gestione dei singoli processi;
  • Individuare punti di debolezza nei processi e ridurre il rischio operativo;
  • Verificare il rispetto di procedure e normative;
  • Prevenire malversazioni.

A riguardo il Responsabile Internal Audit ha il compito di:

  • Operare nel rispetto di standard internazionali secondo un Piano di Audit basato su un processo strutturato di analisi dei rischi;
  • Relazionare sulle proprie attività (ovvero su eventi di particolare rilevanza) con valutazioni sull’idoneità del Sistema di Controllo Interno;
  • Fornire gli elementi necessari al CdA al fine di permettere allo stesso di poter esprimere la propria valutazione sull’adeguatezza del Sistema di Controllo Interno e Gestione dei Rischi della Società (anche ai fini amministrativo – contabili, sistemici e di compliance).

Il Responsabile Internal Audit opera inoltre per conto dell’Organismo di Vigilanza (quale braccio operativo in Azienda), mediante un’attività di verifica sul Sistema di Compliance ai sensi del Dlgs 231/01, atta a mantenere l’efficacia del Modello Organizzativo. A riguardo TOTO dispone di un complesso di regole, processi e di procedure finalizzate alla prevenzione dei reati attraverso l’adozione di un adeguato sistema organizzativo di gestione e controllo. Dal 21 ottobre 2011 la Società si è dotata di un “Modello di Organizzazione, Gestione e Controllo” previsto dall’art. 6 del D. Lgs. n. 231/01, ispirato alle linee guida di Confindustria. Il CdA di TOTO, nella seduta di riunione del 24 marzo 2016, ha deliberato il nuovo “Modello di Organizzazione, Gestione e Controllo” che risulta aggiornato rispetto a tutte le tipologie di reato-presupposto previste dal D.lgs. 231/01 e applicabili alla Società. L’adozione del Modello favorisce il rigore, la trasparenza e il senso di responsabilità nei rapporti interni e con il mondo esterno e, al contempo, offre agli stakeholder le migliori garanzie di una gestione efficiente e corretta attraverso l’introduzione di procedure utili a gestire eventuali situazioni di rischio.

In ottemperanza a quanto previsto dall’art. 6, comma 1, lett. b) del decreto, il compito di vigilare continuativamente sull’adeguatezza e il funzionamento del Modello 231, nonché di curarne l’aggiornamento proponendo modifiche e integrazioni, è stato affidato all’Organismo di Vigilanza (OdV) della Società. Fanno parte dell’OdV di TOTO tre componenti esterni, uno dei quali nominato Presidente dell’Organismo, individuati tra esperti e professionisti del settore. Tutti i componenti dell’OdV sono dotati dei necessari requisiti di onorabilità, professionalità, autonomia e indipendenza e svolgono le funzioni ad esso attribuite garantendo la necessaria
continuità di azione. L’O.d.V. è nominato dal Consiglio di Amministrazione della Società, con provvedimento motivato che da atto della sussistenza dei requisiti di onorabilità, professionalità, autonomia e indipendenza. Al fine di garantirne la piena autonomia e indipendenza, l’O.d.V. rimane in carica per un triennio, indipendentemente dalla scadenza o eventuale scioglimento anticipato del Consiglio di Amministrazione che lo ha nominato.

Modello di Risk Management

Il Risk Assessment ha l’obiettivo di individuare i processi aziendali esposti a livelli di rischio più significativi e sui quali focalizzare le attività di audit. A riguardo la TOTO ha avviato nel corso del 2017 un Risk Self Assessment che, su base annuale, prevede un’autovalutazione da parte dei Responsabili di Sede (Process Owner) sia del rischio inerente (sulla base della probabilità e dell’impatto) che del rischio residuo (i presidi di controllo applicati) relativametne ai processi di propria competenza.

Il Risk Assessment, oltre a rappresentare la base omogenea di riferimento per tutte le direzioni di assurance aziendali, è funzionale, in ultima analisi a supportare, mediante un processo strutturato:

  • Il sistema procedurale e informatico aziendale;
  • La Risk Disclosure nell’ambito della Relazione sulla Gestione allegata al Bilancio sulla base dei Top Risks individuati;
  • La valutazione e selezione di Partner, Clienti e Fornitori e la redazione dei relativi accordi contrattuali;
  • Il Comitato Esecutivo in fase di valutazione di una gara / iniziativa di business;
  • Lo stanziamento di somme / fondi per rischi a Budget piuttosto che a Bilancio (ovvero valutazioni rischi / opportunità extrabudget).