31 gennaio 2018 I lavori di costruzione, relativi al bando di gara per il lotto Valico (Radimero) sulla linea ferroviaria Tortona/Novi Ligure-Genova, sono stati affidati al raggruppamento di imprese composto da Toto Costruzioni Generali (58%) e Seli Overseas (42%) con un’offerta che sfiora i 190 milioni di euro. E’ stato sottoscritto a Genova il contratto con il COCIV, General Contractor  responsabile della progettazione e della realizzazione  del Terzo Valico dei Giovi, il nuovo tracciato ferroviario che collegherà l’area portuale di Genova con Torino e Milano sul Corridoio Reno-Alpi.

Alle due imprese italiane, entrambe specializzate nello scavo meccanizzato di gallerie, è stato affidato il lotto denominato Radimero, che si estende per circa 7,7 Km in sotterraneo ed è costituito da una galleria a doppio fornice del diametro interno di 8.6 m. I due tunnel verranno scavati impiegando due TBM EPB da 9,77 m di diametro, capaci di sostenere il fronte di scavo con la contropressione del terreno già scavato, una metodologia che consente di superare in piena sicurezza i tratti geologicamente più instabili, con presenza di acqua e materiali sciolti.

Un lavoro, per cui si prevede una durata di 33 mesi, particolarmente delicato e di grande valore strategico, che andrà a completare un ulteriore tassello della maxi opera ferroviaria denominata Terzo Valico dei Giovi. Una nuova linea veloce ad alta capacità di 53 chilometri che attraversa le provincie di Genova e Alessandria, inserita nel 2001 tra le infrastrutture strategiche di preminente interesse nazionale.

Un’opera tanto più strategica perché si inserisce nel Corridoio Reno-Alpi, uno dei corridoi della rete Transeuropea di Trasporto (TEN-T core network), una linea ferroviaria che collegherà le più popolose regioni europee a vocazione industriale, tra i porti di Genova e di Rotterdam. Un’opera ecosostenibile, perché permetterà di trasferire una quota consistente del traffico merci dalla strada alla rotaia, coerentemente a quanto recentemente sancito dall’Unione Europea con l’iniziativa Faro Europa 2020.

Per Toto è il secondo progetto ferroviario attualmente in corso in Italia, dopo quello in Sicilia, a Cefalù, per il raddoppio della Palermo-Messina, anch’esso in gran parte in galleria e realizzato con l’ausilio di due TBM. Il Gruppo, accanto all’incremento del portafoglio lavori in Italia, prosegue la strategia di espansione nei mercati esteri, quali Polonia, Repubblica Ceca e Norvegia. Mercati dove la società è già attiva con un progetto in corso in Polonia, dove sta realizzando circa 15 km di nuova autostrada, ed uno in Repubblica Ceca, dove è impegnata nella costruzione di un lotto dell’autostrada che collega Praga a Brno. Nuove aggiudicazioni sono attese per il 2018.

Seli Overseas, impresa italiana specializzata nel tunnelling, si è sviluppata esclusivamente all’estero con cantieri negli Stati Uniti, Sud America, Medio Oriente ed Asia. La commessa del COCIV segna l’ingresso nel mercato italiano grazie al nuovo codice appalti che finalmente premia la innovazione e la capacità tecnica dell’impresa.